recensione "Dalla via Emilia a San Pietroburgo"

Avrei voglia di viaggiare anch’io come fa il protagonista di “Dalla via Emilia a San Pietroburgo“. Senza un domani, vivendo tutta la mia vita al tempo presente. Come lui, anche io vorrei lasciare l’Italia e rifarmi una vita da qualche parte all’estero, non importa dove, solo lontano dal solito tran tran italiano. Che meraviglia, ma ci vuole coraggio. Alessandro Bartolini (Bologna)